Berlusconi è semplicemente uno sciocco: Michele Serra massacra il povero Silvio dopo la gaffe su Obama.

michele-serra

A Radio Capital chiedono a Miche Serra cosa pensi della gaffe di Berlusconi su Obama.

Il giornalista risponde in modo molto drastico:

“E’ ora di dire che Berlusconi è semplicemente uno sciocco. E dice spesso cose abbastanza sciocche. Essere rappresentati da lui è penoso e sconsolante”

E aggiunge:

“E’ inadeguato dal punto di vista culturale. E’ una persona di basso livello intellettuale, non è all’altezza di  rappresentare non solo questo paese, ma qualsiasi paese al mondo. Lo dico più con malinconia che rabbia”.

Beh, che dire? Serra c’è andato pesante…

Ma ha detto solo quello che pensano molti in Italia.

All’estero invece lo pensano tutti…

Ecco il video con le dichiarazioni di Serra

7 risposte a “Berlusconi è semplicemente uno sciocco: Michele Serra massacra il povero Silvio dopo la gaffe su Obama.

  1. Aldo Forbice, il falso interessato al dire della gente comune, l’altra settimana si è indignato con un ascoltatore perchè aveva detto che ogni tanto Berlusconi facesse il Buffone. Noi siamo imbicelli, si indignerà “l’appecorato” “giornalista”?

  2. Aldo Forbice non è un giornalista, è un energumeno che batte la grancassa. Inascoltabile, fa solo incazzare. Almeno Emilio Fede è un comico di razza….

  3. Serra fa parte di quei giornalisti furbi e senza scrupoli che senza Berlusconi sarebbe un pennaiolo qualunque. Da parte mia facendo eco a quelli che hanno commentato l’uscita di Berlusconi che rimmarra’ per sempre nella storia dei popoli perche’ legata ad un evento storico, dicendo che non si sentono rappresentati da lui, io mi vergogo di condividere la cittadinanza italiana con gete come Serra ed accoliti furbastri.
    Berlusconi e’ diventato famoso in tutto il mondo in cui ci sono milioni che non la pensano come lui ma altrettanti che ne condividono stile e pensiero. Serra ed i suoi degni colleghi e stimatori a livello di comunicatori sono niente nei confronti di Berlusconi specialmente quando ha mandato a quel paese come imbecille quel giornalista americano che pretendeva le scuse per Obama. Cosi’ quell’idiota di giornalista e’ servito a far sapere ad Obama che nessuna scusa gli sarebbe stata chiesta. Allora che avrebbe fatto Obama avrebbe mandato le sue superfortezze volanti a bombardare l’Italia? E’ finita per sempre la storia in cui il presidente Usa e’ il dio in terra. L’ha fatta finire Berlusconi !

  4. Il gioco delle parti – Ecco la mia ultima riflessione. Gl iinsulti rivolti a Berlusconi praticamente da tutti i settori dell’informazione, italiana, lasciamo stare quella estera che e’ in pratica arrivata a rimorchio di quella italia, sono stati di una pesantezza da far rabbrividire, da offendere anche il buon senso di persone come me che hanno affidato con il proprio voto elettorale il proprio futuro al Premier dipinto come un maniaco e pazzoide nella migliore delle ipotesi uno scemo. Invece ogni giorno vediamo Berlusconi sulla cresta dell’onda di successi con i i capi delle nazioni di tutto il mondo e con idee molto avanzate i. A questo punto non mi resta che una sola riflessione: forse giornalisti ed opinion leader italiani sono tutti d’accordo con il Premier ? E’ questo un gioco delle parti ? Il risultato di questo gioco e’ molto chiaro. Berlusconi ha detto ai nuovi amministratori USA , state attenti non siete piu’ i padroni intoccabili del mondo a cui vi si deve obbedienza e rispetto assoluto. Glielo ha detto scherazando e i giornalisti italiani gli hanno dato offerto un alibi eccellente. Bravi Scalfaro ,Serra la Stampa, ed anche Felltri che un piccola critica a Berlusconi l’ha fatta, l’ha fatta anche Bossi di cui si dovrebbe dire da che pulpito viene la predica. Ci sono cascato anche io. Berlusconi ha raggiunto il suo scopo esprimendo il suo pensiero che e’ quello di milioni di gente di tutto il mondo non sull colore dela pelle, ma sul fatto che il dio in terra americano non c’e’ piu’.

  5. Attribuisci a Berlusconi una sottigliezza che evidentemente non ha.
    E’ un cummenda brianzolo che dice stupidate e fa battute del cavolo. Il fatto di essere uno dei Grandi della terra non lo trattiene, non glki suggerisce una maggiore compostezza.
    E’ più forte di lui. I mille leccaculi del regno lo hanno convinto di essere spiritoso ( mentre il suo umorismo è stantio e deprimente, da bar sport). Non si rassegna al fatto che questo suo greve umorismo non possa affermarsi nel mondo.
    In quanto ad Obama, è una tua isolata opinione, che l’irriverenza nei suoi confronti contenuta nella psudobattuta smitizzante dell’abbronzato, sia l’avvisaglia di una politica di maggiore indipendenza dagli Stati Uniti.
    In realtà c’è un altro istinto nel Berlusca quasi altrettanto forte di quello che lo spinge a fare battute stupide: ed è quello di leccare i piedi al presidente degli Stati Uniti, di qualsiasi colore e partito egli sia.

  6. Grande Filippo Cusumano,
    In Italia c’è ancora qualche mente che riesce a fare qualche lucida analisi. Al contrario del Sig. Vincenzo Romiti che fa parte di quegli Italiani che, come dice lui condividono stile e pensiero del Presidente Berlusconi.
    Corna alla moglie, pagare qualche escort e farsi chiamare al telefono Papi da qualche minorenne.
    Lei si vergogna di condividere la cittadinanza italiana con gente come Serra, Io invece mi vergogno di condividere la mia cittadinanza con gente come Lei e Berlusconi, caro il mio sig. Vincenzo Romiti.
    I soliti furbastri che si credono autorizzati ad offondere impunemente incapaci di avere una dialetica “NORMALE”.
    Ecco Berlusconi che da di “Coglioni” a chi non lo ha votato, che manda a quel paese lo stupido giornalista Americano; che si incazza con Martin Schulzun rapressentante Tedesco al parlamento Europeo e gli da di Kapò.
    Certo non c’è da meravigliarsi che nel resto del Mondo guardino all’Italia con perplessità e ne scrivino ancora peggio.

  7. Come dice bene Serra, non vale la pena di avere veemenza ma solo malinconia per un capo di governo la cui scarsa levatura intellettuale e la propria inadeguatezza non sono opinioni ma evidenze.
    Ciò che preoccupa è che, essendo stato legittimamente eletto, Berlusconi è evidente che in qualche modo esprime la preferenza di una maggioranza di italiani che ne condividono quindi lo stile, il pensiero e la retorica. Una maggioranza che, rimbesuita dal populismo e la demagogia del proprio leader, chiede solo ciò che egli gli può dare: tv, calcio, veline… che tristezza!..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...