Moriremo berlusconiani? Silvio decide. Malissimo, ma decide e questo piace.

berlusconipiove

Quelli che sognano di vedere Berlusconi tornare a Villa Certosa per dedicarsi alla coltivazione dei suoi adorati cactus e alla composizione di mediocri canzoni insieme con lo stornellatore di corte Mario Apicella, dovranno aspettare ancora molto, temo.

Cosa è successo negli ultimi dodici mesi?

Veltroni ha lanciato un’idea strepitosa: ci ricompattiamo e andiamo da soli.

Peccato che poi non l’abbia realizzata: l’accordo con Di Pietro non solo ha smentito il proposito iniziale, ma ha prodotto danni incalcolabili, l’ultimo dei quali è la sgangherata vicenda della vigilanza Rai, gestita con rigidità che definire autolesionistica è poco.

L’idea di Veltroni, in compenso, l’ha colta al volo Berlusconi, facendola propria con l’astuzia ed il senso della strategia che perfino i suoi più accaniti detrattori gli riconoscono.

Approfittando della scarsa docilità di Casini, è riuscito anche a far fuori gli ex democristiani, pronti sempre ad essere uomini per tutte le stagioni ( da Mastella a Buttiglione, da De Gregorio a Villari le cronache sono piene delle loro poco gloriose gesta).

Fini, dopo aver tuonato contro il leader maximo del suo schieramento, ha accettato di appecoronarsi, guadagnandosi così il suo piatto di lenticchie ( ma con la segreta speranza di mettere un giorno a frutto la sua primogenitura).

Da una parte quindi abbiamo un partito riformista che, sfuggito alla trappola dell’infausta convivenza con i comunisti, deve fare i conti oggi con alleati tutt’altro che disposti a partecipare compatti ad iniziative di lotta comune.

I principali alleati, o supposti tali, sono infatti da un lato gli evergreen democristiani di Casini sempre disposti al compromesso, dall’altra i giustizialisti di Di Pietro, che sono l’opposto: non solo rifiutano compromessi, ma anche soluzioni dignitose e realistiche.

Dove si va con questa armata Brancaleone?

cheveltroni

Nel frattempo il paese è alle corde. I ceti deboli che hanno problemi enormi e si aspettano, dal governo o dall’opposizione, risposte efficaci ed importanti, vedono la loro classe politica appassionarsi ad un tema che, democraticamente, è impossibile non definire marginale: quello della presidenza della Commissione di Vigilanza.

Dico democraticamente perchè se oggi si fa un sondaggio abbiamo la presunzione di conoscerne il risultato.

Alla domanda fatta agli italiani: “E’ importante il problema di chi presiede la Vigilanza Rai?” il 99% degli italiani risponderebbe “Chissenefrega”.

Berlusconi ovviamente se la ride.

Sta governando come peggio non si potrebbe.

Andrebbero sostenuti i ceti deboli, non solo perchè è giusto  e perchè l’attuale premier lo aveva promesso in campagna elettorale, ma anche perchè è opportuno: senza un rilancio dei consumi, rischiamo di passare dalla recessione al fallimento.

Eppure questo leader che sta governando malissimo resta in sella e mantiene i suoi consensi. Perchè?

Perchè ha alle spalle una maggioranza unita.

Sembra incredibile, ma ormai la maggioranza dei cittadini di questo paese si accontenta del fatto che chi lo governa dia la sensazione di decidere.

A prescindere, o quasi, dalla qualità delle sue decisioni.

Dall’altra parte invece abbiamo un leader che non riesce nemmeno a far rientrare nei ranghi un democristiano piccolo piccolo come Villari.

Eppure Veltroni è il migliore, lo dico senza ironia.

Moriremo Berlusconiani?

7 risposte a “Moriremo berlusconiani? Silvio decide. Malissimo, ma decide e questo piace.

  1. No, al limite moriremo di stenti, ma berlusconiani mai. Vi ricordate gli Ebrei durante la seconda guerra mondiale? Venivano caricati e stipati sui treni, arrivavano in Germania per una “doccia” e non se ne sapeva più nulla. Noi,oggi, tutti i giorni, apettiamo buone nuove, ma, come gli ebrei, stiamo cercando di capire di che morte morire. Per Silvio Mai! Per la mancanza di lavoro? Forse, ma Maroni intende chiudere gli arrivi clandestini per 2 anni, per affrontare la crisi economica. Veltroni, dice no, ma anche lui, mi offra una soluzione ! Silvio soluzioni non ne ha, ha solo un sorriso per tutti e, forse, ha una “soluzione finale”. Sono perplessa…si parla tanto, ma il mio mito rimane Obama! Ho sentito che inizia a muoversi bene per la crisi americana, almeno lui…Berlusconi, fai un salto da Lui, magari ti viene qualche idea geniale, invece di “curare” senza medicine !

  2. No cure, No party. Se non cerchiamo di rivolsevere la crisi economica, conviene cercare altri metodi per far soldi…A Voi tutti auguro di avere tanta fortuna. Se sei onesto, diventi povero ! A voi i commenti, se ne avete…TEMA SCOTTANTE: SE SEI UN LAVORATORE ONESTO, DIVENTI POVERO !

  3. Silvio non decide, decide solo, se lo facciamo decidere CIAO

  4. 18 dicembre 2008
    Il Natale è alle porte!!! Speriamo che passi in fretta…Andate in Vacanza??? Io si, ma, solo perchè vivo con un gatto e, quindi, non devo mantenere nessuno. La crisi, la crisi…la crisi? sì, sì è passata anche in Liguria. Attenzione però…Siamo l’unica regione in Italia che ritira dal conto corrente i risparmi, per investirli in BOT ed in CCT. Si, sì, noi liguri, siamo sempre i più furbi. Qui diciamo sempre “Sì, sì…”, come per dire: “Capisco” ed, invece, non capiamo nulla!!!! Perchè i Liguri, popolo a me sconosciuto, investono, ora, in immobili? Perchè sì, sì, salviamo il salvabile (ma a che cavolo pensano?). Il ligure lo potete riconoscere dalla camminata, DALL’ACCENTO MICIDIALE, dai vestiti bucati e rattoppati ed, infine, dal conto corrente che cresce, cresce, lievita.

  5. In Liguria abbiamo il mare! Che culo, uno pensa. Che sfiga pensano i Liguri. Ora, quando arrivano, quei poveracci de milan, facciamo loro furti su furti, agguati al loro portafoglio, li spenniamo per bene e poi d’inverno caviamo i campi, perchè solo così facciamo soldi. Caviamo e mangiamo i frutti del nostro terreno d’inverno, poi in estate la transumanza verso la spiaggia. Ne avrei tante da dire, ma piano piano, denuncerò tutto…

  6. NOI LIGURI eravamo tutti rossi, come gli indiani. Poi, nuova moda, giriamo la frittata a destra, tranne Sestri Levante. Adesso piangiamo, (si chiama il mugugno genovese), come coccodrilli, piangiamo…Avessi votato…x, y, z, avrei la mia capanna al sicuro, le scarpe nuove e il vestito della domenica lavato e stirato. Qui ci vestiamo bene solo per andare a Messa, punto d’incontro è il cimitero di Santa Giulia. Perchè non mettiamo un baretto là, a 2 km, tanto ci conosciamo tutti. Entriamo non tanto per i nosti defunti, ma per incontrare tizio e caio. Magari, se m’impegno un pò trovo anche marito, sempre passeggiando tra le tombe. Devo fare molta attenzione, però…ho scoperto che mio nonno è imparentato con tutti i paesi limitrofi e quindi potrei beccare un cugino!!!!!!!!

  7. Riassumiamo:
    iI ligure dice sempre:”Sì, sì”,ma in realtà vuol dire:”Io non me ne intento=non capisco”
    Il ligure odia incentivare il turismo e costruisce case di ri poso ecc…ecc..a presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...