Cosa c’è di più triste di un comico che non fa ridere? E quando è anche premier?

Conferenza stampa seria, sui grandi problemi dell’economia mondiale, in vista del vertice tra i paesi più industrializzati.

Parla Tremonti, visto il tema.

Ma Silvio si annoia. Qualcuno gli sta rubando la scena e non c’è nulla che lo sconcerti o deprima di più.

Decide allora di “rientrare in gioco”.

E’ nella sua natura.

E’ un uomo giocoso.

Giustamente accusa noi che non apprezziamo il suo humor di essere negativi e depressi.

Lui invece è pieno di humor.

In fondo cerca di tirarci su con le sue battute.

Che gli si potrebbero anche perdonare, ammettiamolo.

Purchè facessero ridere…

Purchè  lui fosse un bambino di sei anni… O un innocuo pensionato ultrasettantenne….

Peccato che sia il nostro premier.

Guardatevi il filmato, voi che lo votate: sicuramente troverete un motivo in più per perseverare nella vostra scelta.

Inebriato dalla crescita dei propri consensi, Silvio ormai non si frena più.

Coerente con se stesso, d’altronde: ha creato e diffuso in questo paese la cultura del trash, adesso è fiero e felice di esserne la principale e più autorevole incarnazione.

Annunci

Una risposta a “Cosa c’è di più triste di un comico che non fa ridere? E quando è anche premier?

  1. Quello che ho sentito ascoltando il video è solo vergognoso e umiliante per gli Italiani.
    Ormai, “il giullare di corte”, perchè solo così si può definire il presidente del consiglio, rasenta la dittatura assieme a tutti i suoi lecchini che le stanno intorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...