Leggere Proust, avendo perso con internet e tv la capacità di fruizione della lentezza

gide1Come è vero quello che dice Gide:

“Leggere Proust è come, quando si ha la vista debole e si ricevono finalmente in dono degli occhiali”.

La Recherche è lenta, ma inesorabile, arriva frugare dappertutto, è qualcosa di più di un paio di occhiali, è un microscopio potentissimo.

Peccato che la tv e soprattutto il telecomando e ancora di più internet abbiano così alterato le nostre capacità di fruizione della lentezza!

Vorrei tornare a divertirmi, leggendo Proust, nello stesso modo in cui mi divertivo a vent’anni, quando potevo “restare” con lui anche un intero pomeriggio, uscendone con la voglia di tornare alle sue pagine al più presto

Adesso mi riesce molto più difficile, mi riesce di assorbirlo solo in piccole dosi.

P.S. Non è Proust che è diventato più potente, siamo noi che siamo diventati più deboli.

P.P.S. Il mio sogno più grande è passare un lungo periodo in una baita di montagna, senza tv,  senza internet e senza giornali con viveri e libri in abbondanza. Una volta tutti i libri che avevo in casa li avevo letti almeno una volta. Adesso sono molti quelli che ho comprato semplicemente sperando di trovare un giorno il tempo di leggerli. Portando via solo quelli credo che in quella baita potrei stare a lungo senza annoiarmi.

Baita2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...