Badanti sì, badanti no, la terra dei cachi.

anziani.2jpgBello decidere e soprattutto farsi vedere decisi in un paese stagnante famoso per il suo immobilismo.

E poi mettere sulla decisione il sigillo di un voto di fiducia per evitare ritirate, fughe in avanti, ripensamenti di qualsiasi genere.

E’ la scelta fatta per quanto riguarda la sicurezza.

Voto di fiducia  e via, niente discussione in parlamento.

Ma il giorno dopo spuntano i dubbi e si comincia a pensare, varata la legge , a trovare gli inganni necessari ad aggirarla.

Problema badanti:  lo stato da anni non fa sforzi apprezzabili per garantire l’assistenza degli anziani.

Un compito, tra l’altro che gli assegna la Costituzione. Ecco cosa dice lart.38, secondo comma:

“I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria.”

badantiInutile sottolineare che lo stato in questi anni  è stato ben felice di farsi sostituire in questo adempimento da un esercito di badanti irregolari.

La loro cacciata oggi comporterebbe ingenti investimenti in strutture sociali,  non si sa bene con che soldi e, ammesso di trovare i soldi, con quali tempi.

Ecco allora che la decisione ferma e incrollabile presa in prima battuta appare subito meno ferma e incrollabile.

Anche perchè alcune dei membri di questo esercito di irregolari lavorano da tempo per molti dei componenti della classe egemone.

bracciantiMa gli irregolari che fanno le pizze? Quelli che raccolgono i pomodori a tre euro all’ora? Quelli che stanno sulle impalcature edili senza contratto e senza casco? E quelli che lavorano nelle imprese di pulizia? E i facchini nei mercati generali?

Beh, di questi lavoratori non frega niente a nessuno ?

Così, tanto per sapere…

Insomma forse valeva la pena di fare una riflessione più completa…

P.S.  Sul tema riporto il testo di  una lettera apparsa stamattina su un giornale:

Per le badanti non in regola è giusto ciò che dice il ministro Maroni: sono clandestine e perciò via.

Io ho il diploma di assistenza all’anziano, ma non trovo lavoro perché lo danno solo alle straniere, che prima lavoravamo nei campi o in fabbrica. Sicuramente di Medicina, Fisioterapia e alimentazione dell’età senile non sanno niente.

cachi

3 risposte a “Badanti sì, badanti no, la terra dei cachi.

  1. Fiorella Romagnoli alle 0.41 del 14 luglio
    Non tutti gli stranieri sono persone meno colte di noi!
    Ossia ci sono casi in cui non hanno una preparazione pe un lavoro di cura alla persona.
    Ma ci sono invece csi al contrario, cioè che immigrati magari colti e con tanto di laurea; fanno mestieri sicuramente verso i quali essere leureati non serve.
    Per esempio, casi anche di mia conoscenza diretta.
    Come due dipendenti, di una ditta di pulizie; che nella mia cittadina, si occupa di pulire tutti gli ambienti all’interno del Comune, avendone vinto l’appalto!… Visualizza altro
    In pratica asili, nidi, scuole, uffici comunali di vario genere; e ludoteche.
    Insomma, queste due signore; rispettivamente una di unpaese Africano, è laureata in medicina.
    L’altra, proveniente; dalla Russia.
    Prima di trasferissi quì in Italia, insegnava in un liceo.
    Entrambe con cittadinanza italiana, avendo sposato un italiano!
    Se hanno voluto trovare un lavoro; si sono dovute adeguare a quello di pulizia.
    Ciao Fiorella

  2. Fiorella Romagnoli alle 0.55 del 14 luglio
    Dopo detto quanto sopra!
    Adesso esprimo, la mia opinione in merito alla legge in .
    Questa la considero, una vera schifezza!
    Penso altresì, che il lavoro di cura alle persone; debba essere svolto da persone capaci in questo ambito!
    In oltre visto che questa schifezza di lagge il governo; ha voluto farla a suon di fiducia…. Visualizza altro
    Creando non poche dificolta ai cittadini.
    Adesso trovo ingiusto e iniquo, fare una eccezione nei confronti delle badanti; rispetto ada altre categorie di lavoratori stranieri.
    Perciò adesso credo, che i signori che questo paese governano.
    Debbano trovare una soluzione diversa e in fretta, perchè le necessità personali dei cittadini non aspettano!
    Saluti Fiorella.

  3. Ukrainka donna, 57 anni, in cerca di lavoro badante per 24 ore. L’esperienza con gli anziani in Italia da 9 anni. Medical Education. Raccomandazioni dal posto di lavoro. Parlo italiano. Si offre affidabilità, serietà, onestà e cortesia. Nome, Alice.
    Tel. 3276519287

    Venezia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...