L’Italia che resiste

BERLUSCONI TORNA IMPUTATO LA CORTE NON SI È FATTA INTIMIDIRE
di Antonio Padellaro- 8 ottobre 2009.

Prima di tutto, un grazie riconoscente ai nove giudici della Corte Costituzionale ‍che hanno detto basta all’impunità di uno soltanto.

Stabilendo una volta per sempre (speriamo) ‍che nessuno in questo Paese può essere dichiarato, per legge, superiore alla legge.

Nessuno, nemmeno il padrone più potente e il premier più arrogante.

Probabilmente, la vera storia delle lusinghe, delle promesse e delle minacce ‍che i giudici della Consulta hanno dovuto sopportare non la conosceremo mai.

Mentre sulla disinvoltura di altri giudici sorpresi a cenare cordialmente insieme a colui ‍che dovevano giudicare sappiamo già tutto.

Attenzione però alle prime dichiarazioni di Berlusconi e delle sue teste di cuoio.

Se il premier dice ‍che la Corte è “di sinistra”, come i giornali, la magistratura e perfino lo stesso Napolitano, ‍che pure il lodo Alfano ha firmato.

Se aggiunge: “mi fanno un baffo”, mostrando il solito alto rispetto per le istituzioni.

Se il pittbull Gasparri afferma ‍che da oggi quella stessa Corte “non è più un organismo di garanzia ma politico”.

Se Bossi chiama a raccolta la piazza ed evoca la guerra civile.

Se, insomma, la destra delle teste di cuoio scatena i suoi bassi istinti, significa ‍che giorni più aspri ci attendono.

Sembra chiara l’intenzione di spaccare e dividere ‍l‍’‍Italia più di quanto non lo sia già chiamando tutti a un referendum pro o contro Berlusconi. E non soltanto nelle urne, come sarebbe legittimo.

Il timore è ‍che il continuo straparlare di golpe e di farabutti, ‍che le accuse di comportamenti “antinazionali” preludano a qualcosa ‍che sta maturando   nella testa di qualcuno e di cui l’annunciata manifestazione “spontanea” di popolo potrebbe essere il detonatore.

Non illudiamoci.

La senteza della Corte ha soltanto stabilito una linea di demarcazione. Sappiamo cosa c’è di qua. ‍l‍’‍Italia pronta a difendere la sua costituzione   e il principio di uguaglianza.

‍L‍’‍Italia onesta ‍che disprezza evasori e bancarottieri.

‍L‍’‍Italia ‍che non si nasconde dietro gli scudi e i privilegi. ‍L‍’‍Italia ‍che chiama ladri i ladri. ‍

L‍’‍Italia ‍che non si fa intimidire.

‍L‍’‍Italia ‍che finalmente ha detto basta.

Annunci

Una risposta a “L’Italia che resiste

  1. John Galimbelli – Democracia y libertad – New York – Rio de Janeiro – Buenos Aires, La Habana, Johannesgurg, London, Paris, Berlin, Madrid

    Un interessante, per me, post, da parte dell’eroe anti mafascimo assassino del mafioso modernazifascista Silvio Berlusconi, quale se tratta de Michele Nista, aqui, sul suo siempre mas cliccatissimo un po’ en todo el mundo, michelenista.blogspot.com. ### Sent by John Galimbelli – Democracia y libertad – New York – Rio de Janeiro – Buenos Aires, La Habana, Johannesgurg, London, Paris, Berlin, Madrid ### MAFIOSO, MEGA RICICLATORE DI DANARO CRIMINALISSIMO, MANDANTE DI ASSASSINI, LADRO, CORRUTTORE, MASSONAZISTA, MODERNAZISTA, MANDANTE DI ASSASSINI, PPPPP, PORCO, PU..ANIERE, PAPPONE, PROBABILMENTE PEDOFILO SILVIO BERLUSCONI, SEI TU CHE AVVELENI IL CLIMA SOCIALE, CIVILE, POLITICO, IN QUESTA, LEI SI ( A DIFFERENZA DEI FANTASTICI UOMINI VERI, MAGISTRATI A TRANI), RIDICOLA BERLUSCONIA, CHE HAI RESO L’ITALIA. VIA SUBITO IL SEGRETO DI STATO SULLE CRIMINALITA’ COMPIUTE DAI TUOI ASSASSINI MARCO MANCINI E NICOLO’ POLLARI, SEGRETO DI STATO CHE METTI PROPRIO PERCHE’ SAI BENISSIMO CHE ORDINAVI LORO DI FAR AMMAZZARE ( VEDI PIZZINO DI PIO POMPA DEL 2003: ” CHI CIRITICA SILVIO BERLUSCONI, VA’ DISARTICOLATO, ANCHE TRAUMATICAMENTE, OSSIA, VA’ UCCISO”!!!!!), COME PROVASTI A FARE CON ME, E 4 VOLTE, TRA IL SOLO 7.2001 E IL 7.2003. AMMETTI CHE GIULIANO TAVAROLI, EMANUELE CIPRIANI, E SOPRA LORO, MARCO TRONCHETTI PROVERA, STUPRAVANO LA DEMOCRAZIA ITALIANA SU TUO ORDINE MISTO A RICATTO MAFASCISTA. AMMETTI CHE FACEVI AMMAZZARE IN MARI DI MODI, VIA PORCI MASSONAZINDRANGHETARI GAETANO SAYA E RICCARDO SINDOCA, TANTISSIMI ANTIBERLUSCONIANI. AMMETTI QUANTE MAZZETTE PAGAVI A BOTTINO, MMMM, CHE SOLITO ERRORINO, BETTINO CRAXI, ORDINANDO ALLO STESSO DI METTERE TUTTO A DEFICIT, DEFICIT, CHE NON PER NIENTE, IN ITALIA, E’ INIZIATO A ESPLODERE A INIZIARE DA QUANDO? OOO, CHE CASIN CASELLO, DAL 1982, OSSIA DA QUANDO TU GLI SCUCIVI MAZZETTE E INCORAGGIAVI A FAR PAGARE IL CONTO DELLE VOSTRE RUBERIE AI CIUCCI ITALIANI DEL 2000, 2010, 2020, CHE SIAMO, ORA, NOI. AMMETTI CHE VOLEVI FARE CHIUDERE ANNO ZERO, UNICA TRASMISSIONE RAI, CON QUALCHE VERTEBRA, ANCORA, AL PUNTO GIUSTO, COME DA TUA NOTISSIMA ABITUDINE EDITTANTE E BULGARONA. AMMETTI CHE SEI UN PORCO DEPRAVATO PEDOFILO. AMMETTI CHE DAVID MILLS ERA UNO DEI TUOI TANTI SUINI MANDATITI SOTTO DALLA FASCISTISSIMA PIDUISTONA, COME TE,
    MORGAN STANLEY DEGLI ANNI 90, QUELLA DEI MARCIONI PUZZONI KILLER PHILIP PURCELL E DANIEL HEGGLIN, A PRO DI TUE SOLITE SCHIFEZZE EVERSIVISSIME LADRATE. AMMETTI CHE MAF..ININVEST E MAFIASET NAZISTSET MEDIASET, SONO NATE DA MONTAGNE DI CASH DI COSA NOSTRA, CHE STEFANO BONTADE TI DIEDE DA RICICICLARE E CHE POI, FACESTI UCCIDERE DA TOTO’ RIINA ( CHE NON PER NIENTE HAI DIPINTO QUASI COME UN EROE SU CANALE ARCORLEONIANO, 5), PER CIULARTI IL TUTTO. AMMETTI CHE SEI UN INCOMPETENTE TOTALE, IN TUTTO, CHE SEI FALSO, VIGLIACCO, PAGLIACCIONE, VISCIDO, FORTE CON GLI ULTIMI, E VERME COI POTENTI, CHE SCHIFI A TUTTO IL PIANETA TERRA, CHE STAI PORTANDO, DI PROPOSITO, LA TUA SCHIFOSA BERLUSCONIA ( PIU’ CHE LA NOSTRA ITALIA), ALLA BANCAROTTA, VISTO CHE ROMANO PRODI TI DIEDE UN RAPPORTO DEBITO PUBBLICO PIL AL 102 PER CENTO E LO HAI PORTATO ORA AL 126 PER CENTO ( ROBA DA ASSASSINO CONSCIO DI ESSERE ASSASSINO). AMMETTI CHE SEI UN MANDANTE DI ASSASSINI, CHE NON HAI FATTO AMMAZZARE SOLO GIOVANNI FALCONE, PAOLO BORSELLINO, E DECINE DI CAPI FAMIGLIA DELLE LORO SCORTE, MA ANCHE CORSO BOVIO, ADAMO BOVE, FRANCESCO MASTROGIOVANNI, STEFANO CUCCHI, NIKI APRILE GATTI, ATTILIO MANCA, ALDO BIANZINO, FEDERICO ALDROVANDI, MARCELLO LONZI, MANUEL ELIANTONIO, GIUSEPPE SALADINO, IHSSANE KAKHREDDINE, GIANLUCA DI MAURO, LORENZO NECCI, ANDREA PININFARINA, GIORGIO PANTO, STEFANO BELLAVEGLIA, MICHELE LANDI, TENTATIVAMENTE VIRGILIO DE GIOVANNI, TENTATIVAMENTE ANCHE ME, E PER QUESTO TI STARO’ ADDOSSO, FINO A 15 MINUTI DOPO LA MIA MORTE E NON FINO A 15 MINUTI PRIMA DELLA MIA MORTE. AMMETTI CHE SEI CANCRO D’ITALIA, E CHE DEVI QUINDI VENIRE ESTIRPATO AL PIU’ PRESTO. ORA, HO DA LAVORARE A COSE MOLTO PIU’ IMPORTANTI DI TE, E QUINDI, TUTTO IL RESTO DEL CRIMINALE CHE SEI, LO LASCIO PER UN PROSSIMO “HOTTONISSIMO” POST. Nista Michele by michelenista.blogspot.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...