Archivi categoria: dell’utri

Lo stalliere mafioso un eroe? Si può fare.

Veltroni va in piazza e rifiuta i voti della mafia: Votate per chi vi pare, ma non per noi perchè vi distruggeremo.

Berlusconi va in tv e dice che il suo stalliere Vittorio Mangano, morto in carcere per mafia, era un eroe: poteva coinvolgere il suo ex datore di lavoro , come gli chiedevano i magistrati, si rifiutò di farlo.

Veltroni gli risponde che per lui gli eroi sono Falcone e Borsellino.

Tutto chiaro?

Tutto così semplice?

Si, purtroppo.

Cos’altro dovremmo capire? C’è un candiadato che insulta la mafia e ce n’è un altro che ne onora i caduti.

O no?

Colpevole dunque innocente. Il caso Dell’Utri: da Liste Pulite a Liste Smacchiate

 

«Lei se non sbaglio, oltre a due condanne di primo grado, una delle quali per mafia, ha avuto una condanna definitiva per frode fiscale e false fatture”.

“Una cosa assolutamente già passata in giudicato, che non esiste. L’ha detto l’avvocato Ghedini che gli effetti del reato definitivo per cui sono stato condannato sono automaticamente estinti e col patteggiamento c’è una sorta di riabilitazione penale”».

Così ragiona Marcello Dell’Utri.

Una cosa passata in giudicato non esiste?

Col patteggiamento c’è una sorta di riabilitazione penale? Quale sorta?

L’ha detto l’avvocato Ghedini? Ah beh allora.

Sembrerebbe una gag, di quelle che costano un editto bulgaro ai comici “comunisti” e “faziosi”.

Purtroppo non è così.

Queste sono proprio le frasi pronunciate dal senatore Marcello Dell’Utri in una intervista al quotidiano La Stampa del 23 febbraio.

Sono il segno di un cambiamento.

All’inizio si era parlato di Liste Pulite

Adesso siamo alle Liste Smacchiate.

Oppure, come diceva ieri l’Unità, siamo di fronte a qualcuno che è

colpevole, quindi innocente