Archivi tag: Fassino

Gli insulti di Fassino a Mantini:”Basta cazzate! Mi hai rotto i coglioni ( l’audio della sfuriata)

fassinoFassino, uomo dall’immagine flemmatica, esce dai gangheri in maniera inusitata, aggredendo in pieno Transatlantico il collega di partito Mantini .

La sfuriata lascia tutti di stucco:  il povero Mantini, i cronisti  e i politici presenti.
Ad accendere la miccia è stata l’intervista  a Libero in cui Mantini denunciava che solo la Margherita versa tutti i soldi sul conto comune del nuovo partito.

«Hai detto un sacco di cazzate – gli ha riposto Fassino – non basta dichiarare per andare sui giornali. Io mi sono rotto i coglioni».

A niente sono serviti i tentativi di difesa di Mantini «sono nel comitato tesorieri» ha detto l’ex Margherita, «ho detto cose di cui si discute pubblicamente».

Ma Fassino è  un fiume in piena.

Ecco l’audio dello scazzo.

( la sfuriata è avvenuta infatti mentre l’incauto Mantini, proprio a due passi da Fassino, stava replicando le sue accuse in una nuova intervista, questa volta al corrispondente di radio radicale Alessio Falconio)

Cupio dissolvi nel Pd, perseveranza diabolica nella Sinistra Arcobaleno: chi esagera?

Fassino.thumbnail.jpg

Scrive Maria Novella Oppo sull‘Unità:

L’ALTRA SERA A TV7 PIERO FASSINO, dopo che Miriam Mafai
aveva detto di non aver ancora capito la logica dell’indulto, si
è detto d’accordo con lei.

E molti altri sono i casi in cui i massimi dirigenti della sinistra, partecipando ai dibattiti televisivi, ammettono i propri errori.

Tutti, tranne alcuni (pochissimi!) della sinistra cosiddetta radicale, che fanno l’autocritica solo per conto terzi e ripetono gli stessi argomenti che hanno spinto gli elettori a non votarli.

Alcuni poi, nel vasto campo del centrosinistra, sembrano spingersi fin quasi ad abbracciare le tesi degli avversari, che, avendo vinto, dovrebbero avere ragione per forza.

Ci dev’essere qualcosa di esagerato in questa sorta di cupio dissolvi, mentre i signori della destra, quando perdono, hanno una sola tesi: «Abbiamo sbagliato nella comunicazione».

Mai che ammettano di aver fatto leggi vergognose, di aver infierito sui poveri e favorito la
mafia.

Tutte cose che si possono leggere solo postume, sui libri di Storia, che infatti, quando vincono, vogliono subito riscrivere.