Archivi tag: nonna

Nudo di nonna: trionfo della bellezza o del fotoritocco?

Alba Parietti compare nuda sulle pagine di Vanity Fair .

Subito si accende tra i blogger il dibattito su tanta bellezza.

E’ il risultato della buona salute e dell’ansia di mantenersi in forma della signora?

Oppure è il trionfo del FOTORITOCCO?

Ecco alcune delle considerazioni raccolte:

1. Se non fosse che e’ mamma, verrebbero dei dubbi.

2. Non e’ male, sembra un travestito rifatto benino, esagerando come al solito.

3. Ci voleva il nudo, prima della pensione

4. Attizzava di piu’, quando faceva vedere le mutande sullo sgabello, erano anche 20 anni fa, o giu’ di li’. Era ancora biodegradabile.

5. Il punto è che le foto non sono più una rappresentazione verosimile della realtà. Il fotoritocco è in grado di fare ormai cose mirabolanti modificando completamente la figura di una persona.

6. Lei ci ha messo la faccia, anzi, i ritocchi della faccia. Al resto ci ha pensato il computer.

7. Per quel poco che mi intendo di fotografia e di grafica direi che la testa è stata “collocata ” su un corpo altrui….si nota soprattutto nella seconda foto ( osservate la base del collo )

I mobili della nonna ( piccola confortante storia esoterica)

Flickr imageTempo fa sono andato da un vecchio artigiano, qui a Venezia, per comprare una credenza dell’Ottocento.Lui mi porta in un grande magazzino pieno di mobili lerci e malandati e mi dice: “Scelga quello che vuole; non badi a come lo vede, glielo restauro e glielo consegno come se fosse nuovo”.

.

Poi mi racconta questa curiosa storia:

“All’inizio degli anni 60 una vecchia signora mi chiama per chiedermi di sgomberare di una decina di vecchi mobili una grande soffitta

Porto i mobili in questo grande magazzino e li lascio qui per vari anni. Restauro un mobile, anche a distanza di venti, trent’anni da che ce l’ho in casa e lo faccio solo se c’è qualcuno che me lo chiede.

Passano venticinque anni e viene a trovarmi la nipote della vecchia signora.

I mobili antichi sono tornati di moda e lei, che sta per sposarsi, ne vorrebbe acquistare alcuni.

L’accompagno nel mio magazzino dove sono stivati, come vede, più di 500 mobili e, con mia grande sorpresa, la ragazza sceglie con convinzione, uno dopo l’altro, proprio i dieci mobili dei quali la nonna aveva voluto disfarsi vent’anni prima.

Mobili che la ragazza non aveva mai visto, essendo usciti dalla casa della nonna prima della sua nascita”

Flickr image