Archivi tag: Obama

Difesa di Silvio all’indomani di una gaffe planetaria.

berlusconi_corna

Tutti aggrediscono Silvio.

Povero Silvio , direbbe Cornacchione.

Ha detto di Obama che è “giovane, bello e abbronzato”.
Ma, prima di aggredirlo, vogliamo cercare di capire le sue motivazioni?

Punto uno : Silvio si trova all’estero. E’ una scusante?  direte voi. Certo che lo è. Quando è oltre confine, Silvio è preso da un prurito irrefrenabile. Sente che all’estero esistono pesantissimi pregiudizi su di lui e vuole giocarsi le sue carte.

Punto due :pensa di essere brillante e spiritoso. Vuole piacere a tutti i costi. E straparla. A volte è come una polluzione notturna: irrefrenabile.

Punto tre: Il giorno prima il suo capogruppo alla Camera aveva detto non una battuta, ma una autentica stupidaggine ( il termine tecnico sarebbe “cazzata”). Aveva detto: “Con Obama Al Qaida sarà più contento”.   Il vecchio Silvio ( ops, “vecchio” mi è scappato…) pensa subito: “Ghe pensi mi! Adesso provo a ricucire: farò capire a tutto il mondo che a me Obama piace”.

Insomma, la cosa è nata così.

A questo punto possiamo dare i nostri voti a Silvio:

Senso dell’umorismo: 0. Stantio, da vecchio leghista di provincia ( modello Calderoli- Bossi per intenderci) .

Intelligenza sociale: 0. E’ talmente innamorato di se stesso da non riuscire nemmeno immaginare che una battuta che lui considera divertente possa suscitare scandalo invece che divertimento e ammirazione per la sua persona.

Buona fede: 9. Quando uno crede di essere un umorista e manca del tutto di intelligenza sociale bisogna riconoscergli almeno la buona fede. Fosse in malafede, dovremmo pensare che è un masochista. Ma tutto di lui è possibile pensare, tranne questo.

Media: 3.

Sorge spontanea la domanda: In che mani siamo?

Obama? bella “faccetta nera”!Tutto il mondo ci ride dietro. I commenti dei giornali stranieri.

berlusconi-faccetta-nera“Voleva essere una carineria” dice Silvio quando tutti lo criticano.

Forse sarà così. Forse lui, che ogni giorno si spalma sulla faccia un etto di fondo tinta, è un pregio essere leggermente nero, evita sprechi di tempo con il truccatore.

Ma il fatto di non aver capito, invece, che era una gaffe planetaria fa capire in che mani siamo.

Ieri sera, ad Anno Zero, Corrado Formigli, uno dei giornalisti di punta della trasmissione, ha mandato in onda gli articoli apparsi nelle edizioni internet.

Ecco cosa dice ad esempio Heral Tribune ( ma basta cliccare su Google Obama suntanned – abbronzato- per leggere le testate degli altri quotidiani)

Berlusconi, who himself sports a year-round tan, is famed in diplomatic circles for making inappropriate quips.

In una riga e mezza dicono tutto. Il leader che a tanti appare carismatico è considerato semplicemente un signore “famoso  a livello diplomatico per le sue battute”.

Laddove quip vuol dire motto di spirito, frizzo e il verbo to quip equivale al nostro sfottere.

Insomma viene eletto il leader del paese piu grande del mondo e il nostro premier, credendo di essere simpatico, comincia bene il suo rapporto con lui, sfottendolo perchè è nero.

Una cosa, però, è veramente drammatica: lo ha fatto in buona fede. Cioè: non per cattiveria, ma oer mancanza assoluta di intelligenza sociale.

I tg riportano la notizia perchè non possono farne a meno, ma, Anno zero a parte, non ci fanno conoscere la misura della gaffe, anche perchè un sacco di giornalisti di pronto soccorso si precipitano a minimizzare all’insegna del “Che sarà mai?”, preferendo attaccare la sinistra che si scandalizza per l’infortunio.

E meno male che Silvio ha detto solo “abbronzato” come un qualsiasi Calderoli ( quel simpatico mattacchione che aveva definito “abbronzata” una giornalista in tv).

E se, riferendosi a Obama, avesse intonato “Faccetta nera”? Magari accompagnato alla chitarra dal mitico Apicella?

Ma non disperate… prima o poi farà anche questo!

Imbecilli scesi in campo…

berlusca-berretto“Barack Obama? Giovane, bello e abbronzato”.

Parola di Silvio Berlusconi. Ieri, rivendicando la sua “anzianità”, aveva annunciato di “volergli dare consigli”.

Che dire?

Dopo la gaffe di Gasparri di ieri (” Con Obama saranno contenti quelli di Al Qaida”), che aveva consentito al capogruppo di Forza Italia alla Camera di accaparrarsi il premio “Gaffe dell’anno”,  oggi è Silvio che dimostra di non essere secondo a nessuno e spara la “Gaffe del secolo”.

“Se non hanno il sense of humour allora vuol dire che gli imbecilli sono scesi in campo, che se ne vadano a…” sibila il premier, fuori di sè quando gli riferiscono le reazioni sbigottite dell’opposizione in Italia.

Il dramma è proprio quello che indica lui: imbecilli scesi in campo.

Gasparri dice la sua su Obama e vince una bambolina ( l’intelligenza al potere)

“Con Obama alla Casa Bianca forse Al Qaida è molto più contenta”.

gasparri

Gasparri non delude mai. Proverbiale per intelligenza e tempestività. Un vero genio.

Anche oggi ha vinto una bambolina.

Quella destinata a chi la dice più grossa.

In questo genere di competizioni è una sicurezza. Ormai i bookmaker non accettano più scommesse su di lui.