Archivi tag: veronica

Papi Padrone Presidente, vieni alla mia festa, sono un perdente.

altan.donna imprudenzaVeronica dice: “Contro di me una violenza inaudita”.

Da moglie ideale a “nemica della casa” il passo è stato breve con  i famigli del premier scatenati per  azzannarla  come lupi e dipingerla come inaffidabile.

Alcuni la compiangono, altri dicono: “smettiamo di parlare di questa miliardaria annoiata, riprendete ad occuparvi di quelli che non arrivano a fine mese”.

Il problema è che a quelli che non arrivano a fine mese Berlusconi sta facendo quello che ha fatto a Veronica ( in senso sessuale, naturalmente).

Ed ecco cosa dicono ( La ballata del masochista)

Grazie, Papi.

T i sono grato,  Presidente

perchè  conduci il  gioco

ed hai  la mano  lesta

mentre io sono il perdente.

Ma ti vorrei  alla mia festa.Anche  se   conto poco.

Alla mia piccola festa

vieni, sarai il  Padrone

mentre  io solo   il coglione

che non t’ha mai votato.

Ma non vorrei che fosse  questa

per pensar la tua ragione

d’esser meno considerato.

Perchè, papi mio caro,

sempre io t’ho molto amato

Seppur cinico e baro,

sei pur sempre un …ammalato

Emma Bonino velina ingrata, Giuliano Ferrara servo riconoscente.

emma_bonino

Ingrata.

Ecco la risposta del Foglio ad Emma Bonino.

Ha definito il Premier come una persona volgare, ossessionata dal sesso, dedito ad atteggiamenti pecorecci, ha detto che disprezza le donne.

La riposta del Foglio si basa su un argomento molto forte.

Non si nega la volgarità del premier .Quella è sotto gli occhi di tutti.

L’unica difesa possibile sarebbe quella scelta da Ghedini: chissenefrega se il premier è volgare, agli italiani piace così, anzi piace perchè è così.

L’argomento “forte” del Foglio  per smontare Emma è invece questo:  che lei, essendo stata “beneficata” da Berlusconi ( che la indicò diversi anni fa come Commissario Europeo) non dovrebbe permettersi di criticare il suo benefattore.

Insomma si ratifica e si scrive a chiare lettere un principio di gestione del consenso che è alla base del successo del più importante e potente uomo politico italiano.

Dare qualcosa ad ognuno, comprare le persone, offrendo loro cariche e prebende, questo è il “segreto del suo successo”.

E farlo in maniera costante, generosa, diffusa.

Ad ognuno il suo, in cambio una cosa sola: fedeltà e riconoscenza.

Una volta ” beneficato”  da Berlusconi, qualsiasi cosa il benefattore faccia, tu non puoi più criticarlo.

La pena, terribile e inquietante, se lo fai, è la reprimenda del Foglio.

Mi aspettavo un articolo del genere da Mario Giordano ( non ho controllato, forse lo ha scritto, sicuramente lo ha pensato9.

Ma anche il Foglio quando si parla di riconoscenza ( alcuni irrispettosamente la chiamano servilismo) non scherza.

Anche se in questo momento, come ammettono, al Foglio sono combattuti: Silvio è il loro benefattore politico, Veronica è la proprietaria del giornale.

Giuliano Ferrara forse non avrebbe mai pensato di trovarsi in questa situazione, cioè a fare l’Arlecchino Servitore di due padroni.

Dubito che possieda l’agilità che serve per interpretare questa parte.

Sicuramente ne ha la doppiezza.

ferrara

Puntata esplosiva questa sera ad Anno Zero. Sapremo chi “sobilla” Veronica? Nervosismo di Silvio alle stelle!

Puntata esplosiva  questa sera ad Anno Zero.

Tema della serata, come ampliamente prevedibile, la storia Veronica Lario-Silvio Berlusconi.

Promettente il titolo della puntata: “Il complotto”.

Monica Guerritore darà voce alle parole della signora Veronica Lario.

Intanto un quotidiano on line, Affari Italiani fa uscire alcune indiscrezioni sul fantomatico sobillatore di Veronica

Secondo Affari Italiani potrebbe essere addirittura il direttore di Repubblica, Ezio Mauro, che gode di un rapporto di amicizia con la quasi ex consorte del presidente del Consiglio.

Dario Cresto-Dina, responsabile del fascicolo interno di Repubblica R2 ed ex capo della redazione milanese  del quotidiano, sarebbe invece l’estensore degli articoli.

Insomma siamo alle solite.

Tutte le volte che succede qualcosa di clamoroso e inquietante, in Italia, cè sempre qualcuno che, per usare un termine caro a Bettino Craxi, tira in causa una “manina”.

Mi sembra, nel caso in questione, un modo di ragionare offensivo per Veronica.

Dopo anni di offese pubbliche alla sua dignità di moglie  e di madre, ha semplicemente deciso che non ne poteva più ed ha deciso di “punire” il marito secondo i suoi conclamati demeriti.

Ha fatto bene? Ha fatto male? Non credo spetti a noi dirlo.

A noi non resta che metterci davanti al televisore e sperare che Santoro, che ha mille difetti, ma è uno dei pochi maestri di giornalismo che ancora esercitano in questo paese, faccia quello che ha sempre fatto: ci racconti le cose per come stanno e non per come qualcuno vorrebbe che le raccontassero.

E’ una faccenda privata della quale non dovremmo interessarci?

Siamo dei guardoni?

Forse.

Ma è bello sapere che il premier che ha fatto miliardi con le sue tv piene di rubriche di gossip, che è proprietario delle più importanti riviste di gossip di questo paese, subisce questo contrappasso feroce.

Sarebbe come se Roberto D’Agostino avesse dei problemi con sua moglie e si proclamasse indignato perchè qualcuno pubblica i particolari della storia.

Chi di Gossip ferisce…

Terremoto Veronica: Silvio stasera in tv da Vespa. Siete pronti al gioco delle 3 carte?

giocoMossa a sorpresa del presidente del Consiglio. Silvio Berlusconi sarà infatti ospite di Bruno Vespa a ‘Porta a Porta’.

“E’ il segno che non teme di apparire di fronte agli italiani nel pieno del terremoto Lario.” già dicono i suoi reggicoda.

Patetico.

Assisteremo al gioco delle tre carte.

Cercherà di farci credere che è stato solo calunniato ingiustamente.

Che è stato tradito dal suo comportamento amabile e giocoso.

Patetici anche i milioni di italiani pronti a credergli. (ovviamente non ci sarà alcun contraddittorio e la compiacenza dell’Insetto sarà straordinaria e commovente, ma nessuno è più credulo di chi VUOLE credere).

Patetici noi che ci ostiniamo sempre a sperare che accada qualcosa che apra gli occhi ai nostri connazionali che vanno pazzi per il Grande Giocoliere.